morbodiaddison

Forum del sito www.morbodiaddison.org
Oggi è mer 18 set 2019, 19:59

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: sab 20 ago 2011, 11:44 
luna83 ha scritto:
Si ma ragazzi.. ok io sarò ansiosa ma non è che per una volta le cose possano folare liscio?!...

Ho avuto i risultati delle ultime analisi e , apparte l'amarezza per l'FSH alle stelle, ho un valore sbagliato relativo alla CREATININA, che è a 1.5. Col pulsante "cerca" qua sul forum non mi da nulla. La specialista me lo ha fatto fare per scrupolo e pare che sia relativo all'attività renale. Il valore alto associato a quello della CLEARANCE stimata bassa, e io ce l'ho, generalmente è spia di danno renale. Adesso devo sentire la specialista prima possibile. Ma intanto qualcuno ne sa qualcosa?

noi diabetici siamo alle prese con la creatinina clearance da che ci fanno diagnosi di diabete.
quindi qui non se ne è mai parlato.

calma e gesso:
hai fatto BENE la raccolta?
i valori normali sono di 1,2: 1,5 può anche essere SOLO un banalissimo errore di calcolo, perché la creatinina clearance è il risultato di una formula matematica (che se vuoi ti spiego)
hai fatto attività fisica il giorno prima della raccolta?
hai portato tu il campione delle 24 ore o hai solo comunicato il totale della pipì nelle 24 ore portando la provetta?
hai 'agitato' il campione totale, prima di riempire la provetta?
hai conservato bene le urine?
prendi farmaci particolari, che possono aver inficiato il valore?

controlla tra i tuoi esami: se c'è l'azotemia e ci sono valori normali, io fossi in te starei abbastanza tranquilla.

e ripeterei gli esami.

bevi MOLTISSIMO intanto.

fammi sapere, così ci ragioniamo insieme se vuoi prima di impanicarti! :wink:


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: sab 20 ago 2011, 12:26 
ho riletto nuovamente il tuo messaggio luna, e forse ho capito male.

pvovo a tradurre quello che ho riletto:
hai una creatininemia ALTA, e una creatinina clearance BASSA?

in ogni caso quel che ti ho scritto prima vale uguale.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: sab 20 ago 2011, 16:01 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 ott 2007, 9:19
Messaggi: 227
Località: Treviso
Ciao ...,
allora i valori sono questi:
_ CREATININA: 1.5
- clearance stimata: 44

L'azotemia l'avevo in impegnativa ma per errore non è stata effettivamente fatta.
So che internet in questi casi non è la maniera migliore di informarsi, ma di questo io non so proprio nulla, la specialista non c'è e ho dato un occhio..pensavo che il valore fosse sbaglaito di poco ma già a questi livelli mi mettono paura per quello che c'è scritto in giro.
Ho cercato collegamenti con l'addison e su wikipedia trovo
"aumento dell'urea plasmatica e della creatininemia per un meccanismo prerenale che dipende dalla ipovolemia. La contrazione della volemia può essere tale da indurre una riduzione del filtrato glomerulare e quindi un aumento delle scorie azotate. Il quadro di iperazotemia prerenale regredisce non appena si provvede a reintegrare il patrimonio idrico dell’organismo"
CHe poi non ci capisco granchè...

Quando ero piccola mi facevano fare questo esame regolarmente, non so bene perchè. Ora erano anni che non lo facevo.

Io porto sempre la provetta con la quantità di urine scritta, il giorno della raccolta non ho fatto attività fisica ma lavori in casa. Le altre analisi cioè osmolarità plasmatica, proteine totali e il protidogramma grazie a Dio cmq sono tutte giuste.

Allora intanto bevo, sto calma e spero che sia un falso allarme, anche se non so bene di cosa.. :?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: sab 20 ago 2011, 20:03 
creatinina a 1,5 siamo ancora ai limiti della norma. superiori, ma tutto rientrabile.

proteine totali sì, k, ma nel sangue o nelle urine?
dire protidogramma, o elettroforesi proteica è la stessa cosa: ma sono sempre relative al sangue.
quindi mi sa che anche le proteine totali sono relatice al sangue e non alle urine.
e ci dice poco sulla funzionalità renale.

mancando l'azotemia, direi che tutti gli esami relativi a funzionalità renale sono da rifare.
e che serva fare l'azotemia, c'è scritto in quello che hai postato.
sei non sei finista al pronto soccorso moribonda e disidratata, dubito tu abbia avuto ipovolemia...
e l'osmolarità plasmatica è infatti a posto, dagli esami.

(questo, come sempre, puro parere personale)

ora dimmi, come fai la raccolta delle urine?

ti ricordi quanto avevi urinato in totale?

non mi ricordo se tu hai solo addison o anche problemi alla tiroide.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: lun 22 ago 2011, 18:17 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 ott 2007, 9:19
Messaggi: 227
Località: Treviso
Ciao ...,
allora..sono pirla io, fino aun certo punto però...perchè non sapevo che azotemia e urea fossero la stessa cosa.. dunque l'ho fatta ed è a 43, perciò nei limiti.
Sinceramente credo anch'io che le proteine totali siano nel sangue e non nelle urine.

Nel frattempo ho visto delle analisi fatte una settimana prima per la questione del lavoro. C'è anche la creatinina, ed era 1.2.
Poi mi risulta alto l'acido urico, a 6.2 e il p.h, a 7. Non so se questi valori possano centrare. Oggi la specialista non è ancora reperibile e sentirò domani, spero.

Comunque si, io ho addison, ipotiroidismo e ipoparatiroidismo.
Teoricamente anche anemia perniciosa ma da sei mesi non ce n'è traccia nonostante io non faccia le punture (ho iniziato a non farle proprio perchè vedevo che le analisi erano com giuste).

Le urine in tutto erano 1,4 litri. Inizio a raccoglierle dopo la prima del mattino del giorno precedente le analisi e continuo fino alla prima del giorno dopo.

Tanto nel frattempo sto avendo problemi col contratto...Nella legge 68 mi hanno messo "lavoro part time", e qui, pur essendo entrata per concorso per categorie protette sono un po' caduti dalle nuvole..ora è tutto fermo.. :roll:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 11:41 
luna83 ha scritto:
Ciao ...,
allora..sono pirla io, fino aun certo punto però...perchè non sapevo che azotemia e urea fossero la stessa cosa.. dunque l'ho fatta ed è a 43, perciò nei limiti.
Sinceramente credo anch'io che le proteine totali siano nel sangue e non nelle urine.

Nel frattempo ho visto delle analisi fatte una settimana prima per la questione del lavoro. C'è anche la creatinina, ed era 1.2.
Poi mi risulta alto l'acido urico, a 6.2 e il p.h, a 7. Non so se questi valori possano centrare. Oggi la specialista non è ancora reperibile e sentirò domani, spero.

Comunque si, io ho addison, ipotiroidismo e ipoparatiroidismo.
Teoricamente anche anemia perniciosa ma da sei mesi non ce n'è traccia nonostante io non faccia le punture (ho iniziato a non farle proprio perchè vedevo che le analisi erano com giuste).

Le urine in tutto erano 1,4 litri. Inizio a raccoglierle dopo la prima del mattino del giorno precedente le analisi e continuo fino alla prima del giorno dopo.

Tanto nel frattempo sto avendo problemi col contratto...Nella legge 68 mi hanno messo "lavoro part time", e qui, pur essendo entrata per concorso per categorie protette sono un po' caduti dalle nuvole..ora è tutto fermo.. :roll:


la raccolta è corretta.

sugli esami ora non ho tempo di ragionarci invece.

sulla 68: credo che non sia vincolante, ma a scelta del lavoratore farsi assumere part o full time.

in ogni caso: tu hai partecipato al concorso per un posto full time senza informarti prima se comunque ti avrebbero potuto assumere a tempo pieno? :boah:
mi sa che non ho capito qualcheccosa!


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 13:51 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 ott 2007, 9:19
Messaggi: 227
Località: Treviso
Probabilmente si, ho sbagliato qualcosa anch'io. E' successo tutto molto velocemente perchè ho colto all'ultimo questo concorso che non era in programma. Dopo un primo step loro hanno detto che avrebbero scartato che non aveva requisiti e documenti in regola e io di mio ancora non so bene districarmi con queste leggi, queste carte...i vantaggi o svantaggi che ne derivano.

Per esempio mi hanno detto che con la 104 si ha diritto ad un avvicinamento.
E per esempio non sapevo che fosse a discrezione mia scegliere se fare effettivamente il part time o no. Ieri però mi hanno detto che ho fatto bene a far presente la cosa perchè se mi fanno lavorare full time e io mi faccio male è una responsabilità penale per l'azienda.
Oltretutto se fosse obbligatorio questo part è una scocciatura più che un aiuto: stipendio obbligatoriamente più basso.

Del resto però un avvicinamento non sembra possibile e a me partire subito a tempo pieno facendomi anche settanta km al giorno fa molta paura e penso che per come sono fatta crollerei a breve. Non è pessimismo, ma mi conosco ed è un'ipotesi realistica..

Mi sento anche scema inoltre...mi pareva di aver fatto tuto a posto, di essere stata attenta ai documenti e alla fine avrò sbagliato io :(


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 13:56 
luna83 ha scritto:
Probabilmente si, ho sbagliato qualcosa anch'io. E' successo tutto molto velocemente perchè ho colto all'ultimo questo concorso che non era in programma. Dopo un primo step loro hanno detto che avrebbero scartato che non aveva requisiti e documenti in regola e io di mio ancora non so bene districarmi con queste leggi, queste carte...i vantaggi o svantaggi che ne derivano.

Per esempio mi hanno detto che con la 104 si ha diritto ad un avvicinamento.
E per esempio non sapevo che fosse a discrezione mia scegliere se fare effettivamente il part time o no. Ieri però mi hanno detto che ho fatto bene a far presente la cosa perchè se mi fanno lavorare full time e io mi faccio male è una responsabilità penale per l'azienda.
Oltretutto se fosse obbligatorio questo part è una scocciatura più che un aiuto: stipendio obbligatoriamente più basso.

Del resto però un avvicinamento non sembra possibile e a me partire subito a tempo pieno facendomi anche settanta km al giorno fa molta paura e penso che per come sono fatta crollerei a breve. Non è pessimismo, ma mi conosco ed è un'ipotesi realistica..

Mi sento anche scema inoltre...mi pareva di aver fatto tuto a posto, di essere stata attenta ai documenti e alla fine avrò sbagliato io :(

anche qui, calma e gesso.

informati presso l'ufficio del lavoro se è a discrezione TUA.
se a discrezione tua, fatti assumere a tempo pieno.

anche perché non capisco che problema possa avere tu a lavorare alla scrivania.

non stiamo parlando di fare l'operaia in cantiere, come peraltro qualcuno di noi fa.

ragiona e non farti scappare inutilmente cose per la sola inutile paura di non farcela.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 14:00 
anzi, scusa: 6 ore.

perché avenzo la 104 puoi avere una riduzione quotidiana di 2 ore.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 14:29 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 ott 2007, 9:19
Messaggi: 227
Località: Treviso
Non ho problemi a lavorare alla scrivania. Ho problemi a fare tempo pieno a a fare un lavoro relativamente distante da casa per cui dovrei tornare ogni sera alle sette. Se non ne avessi sarei "normale".

Non so se sono l'unica qui ma io so di non reggere entrambe le cose assieme. Non sono una scansafatiche, di mio sarei molto attiva;quando stavo bene ho lavorato 10 ore al giorno come lavapiatti e lavandaia. O andare ogni giorni all'università anche se distante non mi pesava più di tanto. Ma adesso non è più così. Ci vado un giorno, o due e sento che mi stanco molto prima. Arrivo distrutta, cominciano a riempirmi di candida allo stomaco e cose così. Se sono l'unica, non lo so...mi sento scema ma è così.

Inoltre che io sappia la 104 da diritto a 2 ore di permesso al giorno se è indicato handicap grave, altrimenti no, non so se sbaglio.
L'ho detto che di queste carte ancora non ci capisco granchè


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 14:39 
luna83 ha scritto:
Non ho problemi a lavorare alla scrivania. Ho problemi a fare tempo pieno a a fare un lavoro relativamente distante da casa per cui dovrei tornare ogni sera alle sette. Se non ne avessi sarei "normale".

Non so se sono l'unica qui ma io so di non reggere entrambe le cose assieme. Non sono una scansafatiche, di mio sarei molto attiva;quando stavo bene ho lavorato 10 ore al giorno come lavapiatti e lavandaia. O andare ogni giorni all'università anche se distante non mi pesava più di tanto. Ma adesso non è più così. Ci vado un giorno, o due e sento che mi stanco molto prima. Arrivo distrutta, cominciano a riempirmi di candida allo stomaco e cose così. Se sono l'unica, non lo so...mi sento scema ma è così.

Inoltre che io sappia la 104 da diritto a 2 ore di permesso al giorno se è indicato handicap grave, altrimenti no, non so se sbaglio.
L'ho detto che di queste carte ancora non ci capisco granchè

non credo che nessuno pensi che tu sia una scanzafatiche.
penso che tu sia abbastanza intelligente invece da leggere tutte le tue carte,
che non sono da INTERPRETARE, sono semplicemente da leggere,
e a ragionare senza lasciarti scappare un'occasione non indifferente. :wink:

anche perché il presupposto PRIMO della legge 68/99 è la promozione dell'inserimento e della integrazione lavorativa delle persone disabili di collocamento mirato.

pertanto, verifica quali articoli della 104 ti sono stati riconosciuti
e agisci di conseguenza.

anche perché farti 70 km per lavorare 4 ore o per lavorarne 6, sempre 70 km sono.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 15:14 
Non connesso

Iscritto il: lun 22 mar 2010, 13:41
Messaggi: 1528
Località: Cittadina del mondo.
Ciao luna, mi intrometto nel discorso per dirti che nessuno può costringerti a iniziare un lavoro, ottenuto in seguito al concorso da te vinto, se tu non ne sei convinta. Hai la libertà di dire no sia al part time sia a tempo pieno.
E fare 70 km al giorno sono effettivamente un'enormità.
Io ho lavorato per 12 anni a distanza di 45 km quindi 90 km tra andata e ritorno ma quasi sempre lavoravo a giorni alterni. Certo mia figlia era piccola quindi avevo il bisogno e anche il piacere enorme di seguirla e di passare un pò di tempo con lei. Avevo anche la casa, la cucina, i panni da lavare e il corso di nuoto di mia figlia, il corso di musica e il catechismo e alle necessità di mia figlia ho sempre dato la preferenza.
Delle volte riuscivo andare dalla parucchiera!
Certe volte tornavo a casa anche dopo le 23 perché qualche paziente finiva di lavorare molto tardi e non si poteva fare altrimenti.
La voglia di mollare l'avevo un giorno sì e l'altro pure ma non l'ho mai fatto, mi dicevo "io sono Ewa, io ce la farò".
L'Addison c'era già, la menopausa con vampate anche e qualche volta mi accoregvo che i pazienti mi guardavano un pò sospresi..avevo solo 40 anni.

E' stata veramente dura e ti capisco quando dici di avere i timori e paura di iniziare un percorso che si preanuncia come faticoso.
Concordo con Antonella che il fatto di non avere ancora la tua famiglia e i figli dimezza la fatica di gestire le giornate.
Mi è chiaro che ognuno di noi fa un percorso graduale nella vita: dopo l'università il primo lavoro e le prime difficoltà di trovare un nuovo ritmo nella nostra vita.
Sono certa che prima non vedevi l'ora di trovare il lavoro e lo stipendio ma ora che quasi ce l'hai fatta la musica è cambiata, quasi quasi non lo vuoi più.
Puoi rinunciare al lavoro, è un tuo diritto. Puoi anche scegliere di provare, mal che vada puoi sempre licenziarti dopo qualche settimana, mese o anno.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 15:22 
io credo che sia un diritto per il malato LAVORARE secodno quanto può.
esistono i periodi di prova, da entrambe le parti validi.

la legge 68 è fatta apposta per questo.

ma soprattutto luna non deve farsi intimidire da qualcosa che manco conosce,
a parte i km.

non è sempre estate, peraltro. :)


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CAMBIO DI "RITMO"
MessaggioInviato: mar 23 ago 2011, 17:40 
Non connesso

Iscritto il: mer 10 ott 2007, 9:19
Messaggi: 227
Località: Treviso
Brava, a parte i km...io ho sempre detto che quello è l'aspetto che mi preoccupa maggiormente. Dovrei fare il tragitto in auto, poi parte in treno e venti minuti di cammino per arrivare in sede.

Il lavoro lo so che prima o dopo lo devo affrontare ed è una "paura" felice diciamo...mi preoccupo perchè è una cosa relativamente nuova e credo sia un po' normale.

Cmq ho saputo che le disposizioni della 68 sono vincolanti e obbligatorie. Solo il medico dell'azienda che assume può disporre che sia fatto diversamente. Ma ho saputo anche, oggi pomeriggio, che al medico dell'ulss dove dovrei lavorare è stato sottoposta la questione e lui, con la mia cartella clinica in mano, ha stabilito di non considerarmi idonea al tempo pieno. Cosa che mi scoccia cmq anche in vista di altre possibilità future, dove magari anche il problema della strada potrebbe essere superato.

Dunque non mi resta che aspettare. Domani mi comunicheranno il mio destino!...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)